Tre rumeni senza fissa dimora sono stati denunciati per furto aggravato

Tre rumeni senza fissa dimora sono stati denunciati per furto aggravato dopo esser stati sorpresi, in piena notte, all’interno di un immobile abbandonato dotato di energia elettrica grazie ad un contatore Enel connesso in maniera artigianale e abusiva.
Tre rumeni di 45 anni senza fissa dimora sono stati sorpresi all’interno di un immobile abbandonato dotato di energia elettrica grazie ad un contatore Enel connesso in maniera artigianale e privo di sicurezza alla cablatura di un palo della luce poco distante. Per questo motivo i tre sono stati denunciati dalla polizia per furto aggravato di energia elettrica ed invasione di edificio. L’episodio è avvenuto nella notte fra martedì e mercoledì tra viale Boccaccio e via Setti Athos. Gli agenti hanno notato una luce artificiale all’interno di un immobile noto come disabitato. Al loro interno vi hanno trovato un giaciglio di fortuna attrezzato con letto e un piccolo frigo. I successivi controlli hanno permesso di identificare altri due giacigli attrezzati con un letto e una piastra elettrica. Accompagnati in caserma, per i tre rumeni è scattata la denuncia. FABIO GIORGI