Livorno Calcio: è già la stagione dei rimpianti

Livorno Calcio: è già la stagione dei rimpianti. Sarebbero bastati pochi punti in più per essere a ridosso della prima della classe, quell’Alessandria in crisi di gioco e di risultati.
Per il Livorno sta diventando il campionato dei rimpianti. Proprio nel turno in cui la capolista Alessandria ha perso nuovamente, per la seconda volta consecutiva, la quarta negli ultimi sei turni, gli amaranto non sono riusciti a ridurre il margine dalla vetta. Con la Giana Erminio è arrivata infatti una sconfitta casalinga inaspettata e grave, che si aggiunge allo scivolone contro il Como di appena tre settimane prima. Il tutto cercando di non scomodare le tante occasioni ingenuamente gettate alle ortiche nella prima fase della stagione. Il Livorno è terzo, a sette lunghezze dalla prima (l’Alessandria appunto): bastavano solo sei punti in più ed ora – complice la crisi della capolista – sarebbe lanciato verso la promozione diretta. Ed invece ci ritroviamo ad annegare nei rimpianti, a rimuginare su cosa avrebbe potuto essere, ma che purtroppo non è stato. Ora è inutile fare calcoli e pensare se è ancora aperta la strada per il gradino più alto del podio o se il vero obiettivo rimane solo la seconda posizione. I conti li faremo solamente alla fine. Fino ad allora ci sarà solo una cosa da fare: lottare. Perché sì, i rimpianti sono già tanti, ma non è ancora finita quest’annata che, almeno, ha ricreato entusiasmo intorno alla squadra, applaudita anche nell’ultimo sfortunato turno. Domenica prossima il Livorno giocherà a Meda, contro il Renate. FABIO GIORGI