Bomba contro i bus degli sfollati ad Aleppo

Bomba contro i bus degli sfollati ad Aleppo

E’ di decine di morti – 22 secondo alcune fonti, 70 secondo altre – il bilancio di un attentato compito con un camion-bomba a un convoglio di autobus di civili in fuga a Rashideen, alla periferia di Aleppo, in Siria. I feriti sono cicra 130. Le immagini che circolano su Twitter mostrano gli autobus con le fiancate competamente squarciate, i vetri in frantumi e decine di corpi in terra accanto agli automezzi.
L’ordigno era su un camion che si presumeva trasportasse aiuti e cibarie, riferisce una ong. Nel mirino di chi ha compiuto l’attentato erano i civili i fuga da Fua e Kafraya, le due uniche enclave governative sciite della provincia di Idlib, per il resto nelle mani dei ribelli. In tutto 5.000, facevano parte di un convoglio di 75 autobus che in questi giorni li trasferisce ad Aleppo, Latakia e Damasco in virtù di un accordo, mediato da Iran e Qatar, che dovrebbe permettere ai civili di Madaya e Zabadani, aree ribelli assediate dall’esercito di Bashar Assad, di raggiungere anch’essi un luogo sicuro.