Toscana news Denunciate 21 persone turbato una riunione di propaganda elettorale


sottotitolo titolo titolo titolo titolo titolo titolo sottotitolo titolo titolo titolo titolo

LIVORNO, 17 FEBBRAIO La digos di Livorno ha denunciato alla magistratura 21 persone.
Tale denuncia segue la contestazione avvenuta il 13 febbraio in occasione dell’iniziativa elettorale con la leader di Fratelli d’Italia Giorgio Meloni, aggredita verbalmente e non solo.
Per 20 persone l’accusa, contenuta nella comunicazione di reato fatta dalla polizia alla procura della Repubblica di Livorno è di aver impedito o turbato una riunione di propaganda elettorale, mentre a una persona viene contestato di non aver preavvisato la questura della manifestazione di protesta contro l’iniziativa di Fratelli d’Italia.
Alcuni degli indagati, spiega la questura in una nota, saranno chiamati anche a rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata, minacce e lesioni personali a danno di una passante.
LIVORNO, 17 FEBBRAIO l’automobilista, una 26enne di Tirrenia dopo circa un’ora dall’incidente si è costituita ai carabinieri di Stagno (Livorno) ed è stata sottoposta al narcotest, dal quale è risultata positiva ai cannabinoidi, ed è stata denunciata per lesioni gravissime, mentre l’auto è stata posta sotto sequestro.
La donna ha investito con la sua auto un 24enne che stava camminando insieme ad un’amica sul ciglio della strada dell’Arnaccio, e poi è fuggita senza prestare soccorso. Il giovane è stato trasferito, in gravissime condizioni, nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Livorno da un’ambulanza del 118