Rugby di B: i Lions Amaranto Livorno cedono a Parma

Rugby di B: i Lions Amaranto Livorno cedono a Parma
Amatori Valorugby Emilia cadetto – Lions Amaranto Livorno 38-6
Amatori Valorugby Emilia cadetto: Ferrari; Tonelli, Spagnoli (19’ st P. Dodi), Bianconi, Pozzi (7’ st Colli); Gherri (35’ st Bertozzi), F. Dodi; Granieri (9’ pt Colombo), Ciusa, Braglia (21’ st Sandri); Rossi (cap.), Corradi; Mattioli (29’ st Calì), Ciasco, Amin Fawzi (20’ st Visentin). All.: Zanichelli – Manici
Lions Amaranto Livorno: N. Magni (11’ st Di Mauro); Gregori (20’ st Banchieri), Shehu, De Libero, Rela; Rolla, M. Magni (28′ st Siviero); Scardino (cap.), Cortesi, Tamberi; Ciandri (29’ st L. Vitali), Pulaha (36’ pt Marmugi); Fusco, Sarno, Tichetti (14’ st G. Vitali). Non entrati: Filippi. All.: Giampaolo Brancoli
Arbitro: Gabriel Chirnoaga di Roma.
Marcatori: nel pt (12-3) 11’cp Rolla, 20’ m Gherri, 30’m Gherri tr Ferrari; nel st 6’cp Rolla, 18’ m Ferrari, 28’m Mattioli tr Ferrari, 33’m Calì tr Ferrari, 40’m Colombo tr Ferrari (38-6)
Note: cartellini gialli al 4’ st per Tichetti (Lions) e al 10’ st per Amin Fawzi (Amatori Valorugby). Punti conquistati in classifica: Amatori Valorugby 5; Lions Amaranto 0.
Rugby di B. Livorno, la situazione. Tre squadre in lotta per la promozione.PARMA. L’anno solare più bello nella storia dei Lions Amaranto Livorno si chiude con una sconfitta piuttosto vistosa. Nell’ultima fatica agonistica del 2019, i labronici, in formazione rimaneggiata, hanno ceduto 38-6 a Parma, contro la locale formazione degli Amatori Valorugby Emilia cadetta. Successo dei padroni di casa limpido, ma punteggio conclusivo fin troppo severo per gli ospiti. Un margine meno netto avrebbe rispecchiato con più fedeltà l’andamento della sfida. Solo negli ultimi minuti il Valorugby cadetto ha scavato il profondo solco. La sconfitta (la quarta in sette giornate di campionato) non rovina certo i programmi stagionali degli amaranto. Dopo la trionfale promozione dello scorso 5 maggio, il progetto era (ed è) quello di consolidarsi in B. L’obiettivo resta alla portata. La salvezza – il primo step dell’annata – è già virtualmente al sicuro. Scardino e compagni hanno i mezzi per far tesoro degli errori commessi sul campo ducale in questa domenica di metà dicembre e ripartire di slancio. Nella prima partita del 2020, il 12 gennaio, i ‘Leoni’ di Giampaolo Brancoli vogliono ruggire contro l’imbattuta – e lanciatissima – capolista Florentia. Il quadro di questa 7° di andata di B, girone 2 (tra parentesi i punti validi per la classifica): Formigine – Imola rinviata al 2 febbraio 2020 per maltempo; Jesi – Florentia 13-26 (0-5); Amatori Valorugby Emilia – Lions Amaranto Livorno 38-6 (5-0); Modena – Parma’31 21-20 (4-1); Livorno – Capitolina cadetta 32-25 (5-2). Riposava il CUS Siena. La nuova classifica: Florentia 33 p.; Livorno* e Modena* 23; Jesi 18; Valorugby Emilia cadetto 16; CUS Siena 15; Lions Livorno e Capitolina cadetta* 14; Parma’31 10; Imola** 3; Formigine** 0. *Livorno, Modena, CUS Siena, Capitolina cadetta e Parma’31 hanno una partita in meno; **Imola e Formigine due partite in meno. Sono gli amaranto, all’11’, con un piazzato dell’apertuea Rolla, ad aprire le danze: 0-3. Al 20’, con la meta del numero dieci degli emiliani Gherri, giunge il (definitivo) sorpasso: 5-3. Lo stesso Gherri, alla mezz’ora, sigla la seconda meta personale. L’estremo Ferrari trasforma: 12-3. Primi minuti della ripresa piuttosto tesi: l’arbitro ricorre due volte al cartellino giallo e lo sventola sotto il naso del pilone livornese Tichetti e del pilone dei padroni di casa Amin Fawzi. Rolla (6’) realizza il suo secondo piazzato e riporta i livornesi sotto la soglia del fatidico break: 12-6. Di colpo, grazie soprattutto alla propria mischia, il Valorugby cadetto prende in modo saldo le redini del confronto. La meta di Ferrari (18’) permette agli emiliani di allungare e di prendere fiducia: 17-6. La meta del pilone Mattioli (trasformata da Ferrari), al 28’ consegna il bonus-attacco e chiude di fatto ogni velleità amaranto: 24-6. I Lions sono alle corde. I locali, impietosi, ne approfittano e, nel finale (33’ e 40’), con gli avanti Calì e Colombo prendono il largo. Ferrari trasforma in entrambe le occasioni, per il 38-6 conclusivo. I Lions – in attesa del proprio turno di riposo, previsto domenica prossima in occasione dell’ottava giornata – scivolano in settima posizione. Nessun dramma: alzi la mano chi appena un anno fa si sarebbe rifiutato di firmare una situazione del genere nel campionato di B…
Livorno, articolo pubblicato il 15 Dicembre 2019
Pagine viste ad ieri ultimi 7 giorni n.ro 40.204 ultimi 30 giorni n.ro 174.615

RIPRODUZIONE RISERVATA il Gazzettino di Livorno
leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com il Gazzettino di Livorno punto com
Quotidiano indipendente




Contatore utenti connessi