Dalle ore 24 di venerdì 15 settembre fino alle ore 13 di sabato 16 settembre nuova allerta meteo di criticità “Arancio” per intensi temporali. Previste piogge abbondanti

Dalle ore 24 di venerdì 15 settembre fino alle ore 13 di sabato 16 settembre nuova allerta meteo di criticità “Arancio” per intensi temporali. Previste piogge abbondanti. Adottate misure preventive speciali.
La Regione Toscana ha diramato un bollettino di allerta meteo di livello arancione (medio impatto) per tempo perturbato con rovesci e forti temporali. A Livorno lo stato di allerta meteo si protrarrà a partire dalle ore 24 di questa sera venerdì 15 settembre fino alle ore 13 di sabato 16 settembre. Per far fronte all’allerta meteo si stanno adottando misure speciali per mettere in sicurezza la città, disastrata in varie zone a seguito del tragico nubifragio di pochi giorni fa (10 settembre). Il settore Protezione Civile del Comune di Livorno si è quindi già attivato anche per far fronte a questo ulteriore all’allarme, insieme a forze dell’ordine e volontari, per il controllo delle zone della città che presentano maggiori criticità dal punto di vista idrogeologico-idraulico con rischio allagamenti e straripamenti. Al sottopasso di via Firenze è stata predisposta l’idrovora. Le raccomandazioni sono rivolte in particolare alla popolazione residente delle zone già colpite dal violento nubifragio, e dunque: evitare di mettersi in circolazione per le strade se non strettamente necessario, mettere in sicurezza gli animali ed evitare di soggiornare ai piani terra. I cittadini delle zone a rischio che vogliono mettere in sicurezza il proprio mezzo, potranno portarlo nell’area di parcheggio di Porta a Terra, dove sarà predisposta un’area specifica in prossimità del centro operativo di coordinamento della Protezione Civile. In queste ore è terminata l’operazione di pulitura e liberazione di fiumi e fossi del territoro dalla presenza di eventuali detriti. In vista dell’allerta meteo saranno comunque presidiati i punti critici dei rii esondati, da parte di pattuglie della Polizia Municipale. In particolare sull’Ugione (sulla variante Aurelia interessata dal crollo dell’argine e sulla via Aiaccia); sul Rio Maggiore (sulla vecchia Aurelia in prossimità del cimitero e in via di Salviano) e sul Rio Ardenza (in via Mondolfi e a Popogna). Squadre di volontari, inoltre, pattuglieranno i rii anche in altri punti, ai fini di un continuo monitoraggio. Per la sicurezza idraulica del territorio e della popolazione residente nelle aree più critiche, la Protezione Civile metterà a disposizione dei cittadini già in queste ore sacchi di sabbia da posizionare in corrispondenza delle porte di abitazioni o locali commerciali posti lungo la strada, in modo da evitare eventuali allagamenti. Intanto, il Governo ha dichiarato oggi lo “Stato di emergenza nazionale” per il territorio della provincia di Livorno, misura che prevede interventi straordinari e stanziamenti ad hoc per i tre comuni interessati dal nubifragio (Livorno, Collesalvetti e Rosignano). FABIO GIORGI