Nisini (Lega): il settore del trasporto marittimo penalizzato dalle scelte del Governo

Nisini (Lega): il settore del trasporto marittimo penalizzato dalle scelte del Governo sul PNRR
Il settore del trasporto marittimo chiede una chiara presa di posizione da parte di questo Governo. Dopo aver presentato una serie di emendamenti a sostegno delle imprese di navigazione operanti con navi minori nel settore del trasporto di persone via mare e per acque interne, che sono stati bocciati, ho presentato, al ministro competente in materia, una interrogazione per fare luce su quali azioni a beneficio di questo settore strategico siano state previste.
Grazie al PNRR, il settore dei trasporti marittimi avrebbe l’opportunità di investire in termini di sostituzione e refitting sulla flotta circolante per renderla più efficiente, sicura e rispettosa dell’ambiente come richiesto dall’UE. Purtroppo, dai circa 2 miliardi di euro previsti nella bozza del PNRR si è passati inspiegabilmente a solo 670 milioni di euro. La transizione energetica sostenuta congiuntamente dal Governo e dall’Europa renderà necessario uno sforzo senza precedenti da parte delle compagnie marittime per adeguarsi alle nuove normative, e l’utilizzo dei fondi europei è quanto mai necessario per evitare il default dell’intero settore già messo in ginocchio dalla crisi pandemica. Inoltre dal testo sono anche scomparsi tutti i benefici a favore del trasporto marittimo di merci e passeggeri, che non potranno così avvalersi dei fondi previsti dal recovery fund”.
Così in una nota la senatrice della Lega, Tiziana Nisini.
Livorno, articolo pubblicato dalla redazione il 14 Gennaio 2021

per la pubblicità locale https://playsistem9.wixsite.com/publigold/copia-di-home

Pubblicità locale



Bozza automatica 14









RIPRODUZIONE RISERVATA il Gazzettino di Livorno
leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com il Gazzettino di Livorno punto com
Quotidiano indipendente




Contatore utenti connessi