L’Organizzazione mondiale della Sanità proclama la “pandemia”

L’Organizzazione mondiale della Sanità proclama la “pandemia”
L’Organizzazione mondiale della Sanità ha ufficialmente denominato “una pandemia” la diffusione globale del coronavirus, COVID-19.
La definizione, pandemia, era stata sollecitata da diversi esperti nei giorni scorsi ma l’Oms, con il direttore generale Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, era restio ad adottare tale parola. Pandemia avrebbe fatto pensare che il contagio fosse fuori controllo, mentre è possibile contenerlo con adeguate politiche di salute pubblica.
Tedros lo ha ricordato anche oggi nel briefing quotidiano, affermando che questa è la prima pandemia che è possibile controllare, e ha esortato gli Stati e gli individui a prepararsi, a rispondere adeguatamente alla minaccia, che, ha ripetuto, può essere fermata.

Covid-19, nuove raccomandazioni di igiene contro il virus
Per prevenire il contagio e limitare il rischio di diffusione del nuovo coronavirus è fondamentale la collaborazione e l’impegno di tutti a osservare alcune norme igieniche. Nel Dpcm pubblicato in Gazzetta ufficiale il 4 marzo è chiesto a scuole, università e uffici pubblici di esporre le seguenti misure di prevenzione igienico sanitarie, e ai sindaci e alle associazioni di categoria di promuoverne la diffusione anche negli esercizi commerciali (dalle farmacie ai supermercati).

Le raccomandazioni
Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.
Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
Evitare abbracci e strette di mano.
Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro.
Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie).
Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva.
Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.
Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.
Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.
Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.
Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.
Livorno, articolo pubblicato il 11 Marzo 2020

il Gazzettino di Livorno Immobiliare

RIPRODUZIONE RISERVATA il Gazzettino di Livorno
leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com il Gazzettino di Livorno punto com
Quotidiano indipendente












Contatore utenti connessi