Eventi a Livorno per l’8 Marzo

0
149

Forex Ebook Gratis
sottotitolo titolo titolo titolo titolo titolo titolo sottotitolo titolo titolo titolo titolo

Eventi a Livorno per l’8 Marzo

Giovedì 8 marzo i Måneskin arrivano al The Cage Theatre
Irriverenti, eccentrici e giovanissimi i Måneskin arrivano sui palchi delle principali città italiane dopo il grande successo a X Factor, con un tour che non mancherà di stupire il pubblico e con un sound riconoscibile, potente e uno stile unico.
La band romana rappresenta una novità nel panorama pop italiano.
Finalisti di X Factor, propongono una sonorità inedita: un mix di indie rock, raggae, pop, mescolato con la vocalità soul del frontman Damiano. IL gruppo interpreta in maniera innovativa i riferimenti di storia dello stile nel mondo del rock, del cinema, e non solo, mischiandoli con il loro tocco personale e fortemente riconoscibile.

Il caffè letterario Le Cicale Operose, corso Amedeo 101, dedica l’8 Marzo alla musica e ai canti delle Donne sudamericane.
Breve introduzione di Maristella, alcune letture, cena, concerto a cura di Anna Maria Castelli (voce) e Adrian Fioramonti (chitarra), grandissimi artisti che abbiamo il privilegio di ospitare per questa speciale occasione. Anna Maria e Adrian propongono un pregevole repertorio che attinge alla produzione di grandi cantore sudamericane, rivolgendo una particolare attenzione alla musica di Violeta Parra.
Cena e concerto: 20 euro. Consumazione obbligatoria.

Giovedì 8 marzo, alle ore 10 si svolgerà in anteprima la presentazione del libro “Essere donne e prime direttrici d’orchestra a Livorno, in Italia e all’estero tra fine XIX secolo e inizio XX secolo” nella sala consiliare della provincia di Livorno, Piazza del Municipio.
L’evento viene organizzato dall’Associazione Accademia degli Avvalorati con il patrocinio della provincia di Livorno e vede la partecipazione della Consiglierà di parità della provincia di Livorno e con la straordinaria collaborazione degli studenti musicisti e dei professori del Liceo Niccolini-Palli di Livorno e del Dr. Marco Sisi (montatore del TG RAI).
Dalla ricerca del 2014 sul Patronato Teatrale Città di Livorno (Realizzata dall’Ass. Accademia degli Avvalorati presso l’Archivio di Stato di Livorno) organismo nato per dare sussidio morale ed economico ai tanti teatri sul territorio livornese ad inizio Novecento, emersero con enorme sorpresa, tra i tanti nomi maschili dei direttori di orchestra, due nomi di donna Irene Morpungo e Palmira Orso.
Irene Morpurgo diresse a Livorno nel lontano 1885 al Teatro Salvini di Firenze e al Teatro Goldoni di Livorno, mentre Palmira Orso diresse, nel 1890 al Teatro Pagliaro di Firenze, nel 1896 al Teatro Sociale di Lodi e nel 1904 al Teatro Politeama di Livorno.
Ancora oggi vedere una donna sulla pedana profusa a dirigere un’orchestra, è materia di discussione e di meraviglia, possiamo immaginare quante critiche ricevettero Irene Morpurgo e Palmira Orso tra fine Ottocento ed inizio Novecento?
Secondo i dati della famiglia Vergara-Caffarelli la direttrice d’orchestra Irene Morpurgo nacque il 2 settembre del 1859 ad Alessandria d’Egitto e si sposò in prime nozze con un certo Kellner (Direttore delle Scuole Italiane all’estero ed amico di Gaetano Ghivizzani) e successivamente in quanto vedova, si risposò con Giuseppe Vergara Caffarelli, nato a Palermo il 17 settembre del 1847. Secondo le loro private fonti, Irene Morpurgo morì a Palermo senza però lasciare traccia del luogo e della data di morte.
Dal fascicolo n° di Matricola 1163 (custoduito presso l’Istituto Musicale di Firenze oggi Conservatorio Statale Luigi Cherubini di Firenze) si apprende che Palmira Orso nacque a Livorno il 15 agosto del 1860 dai genitori Paolo Orso e Annetta Cottalorda. Palmira fu ammessa al Regio Istituto Musicale di Firenze in data 4 ottobre 1874 alla Scuola di Canto e riammessa il 19 ottobre del 1889 alla Scuola di Fuga ed Elementi di Storia. Le condizioni della famiglia erano relative al Maggiore del 37° Distretto. Il Garante era la madre Annetta Orso. Purtroppo ad oggi non si è in grado di definire con certezza la data ed il luogo di morte di Palmira Orso.
Dalla ricerca del 2014 sul Patronato Teatrale Città di Livorno, organismo nato per dare sussidio morale ed economico ai tanti teatri sul territorio livornese ad inizio Novecento, emersero con enorme sorpresa, tra i tanti nomi maschili dei direttori di orchestra, due nomi di donna Irene Morpungo e Palmira Orso.



leggi e diffondi ilgazzettinodilivorno.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here