Manovra, Consulta respinge ricorso Pd

Manovra, Consulta respinge ricorso Pd Ricorso inammissibile. Questo ha stabilito la Corte Costituzionale in merito al ricorso presentato dal Pd in cui si sollevava un conflitto di attribuzioni tra poteri dello Stato, riguardo alle modalità e ai tempi con i quali il Senato ha approvato la legge di bilancio 2019. Il ricorso, ricorda la nota della Consulta, denunciava “la grave compressione dei tempi di discussione del disegno di legge, che avrebbe svuotato di significato l’esame della Commissione Bilancio e impedito ai singoli senatori di partecipare consapevolmente alla discussione e alla votazione”. “La contrazione dei lavori per l’approvazione del bilancio 2019 – osserva la Corte – è stata determinata da un insieme di fattori derivanti sia da specifiche esigenze di contesto, sia da consolidate prassi parlamentari ultradecennali, sia da nuove regole procedimentali”, “hanno concorso a un’anomala accelerazione dei lavori del Senato, anche per rispettare le scadenze di fine anno imposte dalla Costituzione e dalle relative norme di attuazione, oltre che dai vincoli europei”. La Consulta “non riscontra nelle violazioni denunciate quel livello di manifesta gravità che, solo, potrebbe giustificare il suo intervento”. RIPRODUZIONE RISERVATA il Gazzettino di Livorno leggi e diffondi #ilgazzettinodilivorno.com il Gazzettino di Livorno punto com letture ieri 9 Gennaio 2019 numero 6.159 Letture mese Novembre 2018 149.860 Diventa anche tu abbonato sostenitore di un quotidiano indipendente invia il tuo contributo sostenitore 25 Euro annue a play sistem editoriale via mondolfi 262 57128 Livorno Italy IBAN   IT62N 06915 13913 000 000 249380 riceverai un simpatico gadget